La comunità romena di Viterbo si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono a Viterbo e per tutti i viterbesi e gli stranieri della Provincia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e sentirsi partecipi alla vita della città.

Bun gasit pe site!

Benvenuto!

mercoledì 26 settembre 2007

Viterbo, campagna comunicazione su potenziamento servizi Asl

VITERBO, CAMPAGNA COMUNICAZIONE SU POTENZIAMENTO SERVIZI ASL

Viterbo, 26 settembre 2007 - Servizi erogati, orari di apertura degli uffici, dove e come ottenere ciò di cui si ha bisogno. Senza rinunciare ad alcuni consigli su come essere protagonisti di un corretto e salutare stile di vita. E’ partita in questi giorni una nuova campagna di comunicazione della Asl di Viterbo che durerà fino alla fine della stagione invernale. Tramite il lavoro dell’Ufficio per le relazioni con il pubblico (Urp), diretto dalla dottoressa Daria Natalini, con cadenza settimanale e tramite i principali quotidiani cittadini la Asl si rivolgerà a tutti gli abitanti della Tuscia, informandoli su ogni aspetto relativo al servizio sanitario locale. “Non è la prima volta - spiega Daria Natalini - che mettiamo in piedi un’iniziativa del genere, ottenendo un notevole riscontro da parte della nostra utenza. Quest’anno, tuttavia, abbiamo ritenuto ancora più pressante questo impegno a seguito della creazione della Cittadella della salute, nella quale sono stati accorpati tutti gli uffici aziendali e quei servizi sanitari per i quali non è richiesto il ricovero”. Il primo appuntamento con l’informazione relativa alla sanità locale ha riguardato la campagna di sensibilizzazione per un corretto stile di vita ‘Vivisano’. “Si tratta anche in questo -caso - dice Daria Natalini - di un progetto partito qualche mese fa e che sta già producendo i suoi primi, significativi, risultati, sotto il profilo di un adeguato utilizzo dei medicinali, della diagnostica per immagini e delle analisi. D’altra parte solo attraverso un rapporto di collaborazione tra Ente e cittadini, con questi ultimi sempre più attivi nel processo di partecipazione ai programmi aziendali, è possibile costruire una sanità più efficiente e realmente adeguata a dare risposte concrete ai bisogni che emergono sul territorio”. .
Fonte: Marketpress.info

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento