La comunità romena di Viterbo si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono a Viterbo e per tutti i viterbesi e gli stranieri della Provincia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e sentirsi partecipi alla vita della città.

Bun gasit pe site!

Benvenuto!

lunedì 17 settembre 2007

Parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale

Parte la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2007-2008 per la quale la Regione Lazio ha stanziato 15 milioni di euro.

Quest’anno l’offerta è stata ampliata con un’ulteriore protezione della popolazione adulta contro lo pneumococco. Il provvedimento regionale ha affidato all’Agenzia di sanità pubblica del Lazio (Asp-Laziosanità) il coordinamento del programma e la verifica dei risultati raggiunti, stabilendo anche i compensi da attribuire ai medici di medicina generale ed ai pediatri di libera scelta che effettuino la sorveglianza epidemiologica e virologica. L’iniziativa, del tutto gratuita, si svolgerà nel periodo compreso tra il 15 ottobre ed il 31 dicembre ed è rivolta agli over 65 ed alle categorie a rischio tra i quali i bambini di oltre 6 mesi di età affetti da determinate patologie croniche; gli adulti con patologie croniche o oncologiche; donne che saranno nel secondo e terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica; pazienti di qualsiasi età ricoverati nelle strutture di lungodegenza; medici e personale sanitario di assistenza; i familiari di soggetti ad alto rischio; il personale delle forze dell’ordine, delle scuole e case di riposo; addetti ai servizi di interesse pubblico; allevatori, veterinari pubblici e libero professionisti. L’obiettivo di copertura vaccinale che la Regione intende raggiungere coincide con quello stabilito dal Ministero della salute che individua nel 75% il tetto minimo da ottenere, sia nella popolazione anziana, sia sui soggetti che rientrano nelle categorie a rischio. Entro il 12 ottobre le Aziende sanitarie forniranno ai Servizi, ai medici di famiglia ed ai pediatri le dosi di vaccino richieste e disponibili in quattro tipologie. Quest’anno è stato inoltre predisposto un piano quinquennale per la protezione della popolazione adulta dalle infezioni da pneumococco. Il vaccino è essenzialmente diretto ad una fascia ristretta di cittadini: pazienti ricoverati nelle strutture residenziali, semiresidenziali o di lungodegenza e coloro che sono affetti da malattie renali o sono sottoposti a dialisi. La campagna regionale punta a coprire l’80% di questa popolazione per arrivare al 95% entro cinque anni.
Fonte: Il Tempo

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento