La comunità romena di Viterbo si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono a Viterbo e per tutti i viterbesi e gli stranieri della Provincia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e sentirsi partecipi alla vita della città.

Bun gasit pe site!

Benvenuto!

martedì 30 giugno 2009

Scatta l'ora delle vacanze: quest'estate partiranno 2,6 milioni di persone

martedì 30 giugno 2009
di Tiziana Paolocci

Vacanze fai da te. Quest'estate 2,6 milioni di laziali partiranno e la maggior parte ha organizzato il viaggio da solo, prenotando sul web. A fuggire per mete più o meno lontane sono 300 mila persone in più dello scorso anno. Anche il periodo sarà più lungo, in media sarà di 11 giorni secondo i dati dell'Osservatorio di Telefono Blu, due in più rispetto al 2007.
Il settore, quindi, è in parziale ripresa, anche se solo il 20 per cento dei vancanzieri passa in agenzia quando si tratta di viaggi in Italia, mentre sono moltissimi quelli che tendono a non prenotare. Per le mete all'estero, invece, il 44 per cento si rivolge ad agenzie e tour operator, il 33 se ne occupa direttamente, soprattutto scegliendo destinazioni e alloggi su internet e solo il 23 per cento va senza prenotare. Tornano di moda Carabi, Maldive e Mexico mentre vanno fortissimi, per qualità-prezzo, il Mar Rosso, le isole Baleari e soprattutto le Canarie, che quest'anno danno filo da torcere alla Sardegna. Tra le capitali europee i vacanzieri non disdegnano Parigi e Praga, mentre anche Russia, Paesi Baltici, Croazia, Costa Azzurra, Austria e Svizzera hanno un discreto successo.
Molte sono solitamente, a fine vacanza, le lamentele. Lo testimonia il call-center di telefono Blu, che a settembre riceve valanghe di chiamate. Il Lazio, infatti, dopo la Lombardia è la regione che presenta il maggior numero di segnalazioni. Il 50 per cento riguardano appunto viaggi acquistati presso agenzie e in genere le denunce riguardano per il 28 per cento problemi legati ai trasporti, prenotazioni saltate, località non corrispondenti al catalogo o assenza di contratto.
«Quest'anno i turisti stranieri a Roma, nelle isole pontine e nel resto del Lazio sono in calo del 5 per cento rispetto gli ultimi 3 anni - sottolinea Telefono Blu -. Del resto dal punto di vista della qualità, la carenza è ancora evidente con strutture spesso vecchie o vanti inesistenti. I bisogni delle famiglie e dei turisti non incontrano ancora la qualità cercata o promessa. Noi invitiamo i turisti a diffidare di guide, classifiche, bandierine e di puntare al sodo, usando la regola del controllo diretto o di quello di amici che sono già stati». Per quanto riguarda i flussi, da Roma partiranno un milione e 600mila persone, 340mila da Latina, 250mila da Frosinone, 190mila da Viterbo e 140mila da Rieti.
Naturalmente il boom si avrà ad agosto, con oltre il 55 per cento delle partenze, a luglio con il 28, mentre a settembre e giugno partirà rispettivamente il 10 e il 7 per cento dei vacanzieri. Gli abitanti del Lazio, comunque, preferiscono le spiagge locali, l'arcipelago Pontino, l'Abruzzo la Campania, la Liguria e Sicilia e Sardegna, mentre per montagna la meta prediletta resta il Trentino. Tra le destinazioni europee va molto bene la Spagna e la Grecia, mentre chi non rinuncia agli angoli di paradiso sceglie Caraibi o Oceano Indiano.

Fonte: Il Giornale.

Viterbo: Questa estate tutti ai campi giovani 2009

(IRIS) – VITERBO, 26 GIU – Un’idea divertente, utile e originale per i giovani, tra i 16 e i 22 anni compiuti, per quest’estate se ancora non hanno nulla in programma, la dà il consigliere delegato alla gioventù Luigi Buzzi: “Si tratta dei Campi giovani 2009, organizzati dal Ministero della Gioventù in collaborazione con i Vigili del Fuoco, la Marina Militare e le Capitanerie di porto. Un periodo di una settimana o poco più, per saperne di più sulla prevenzione antincendi, sulla tutela del mare o sulla vela: giorni da protagonisti, per i quali il Ministero ha pensato anche ai giovani dell'Abruzzo, ai quali è riconosciuta una riserva di posti disponibili”.
I moduli per la presentazione delle domande, le scadenze e tutte le informazioni utili per partecipare al Campo Giovani 2009 si trovano sul sito internet del Ministero della Gioventù e delle istituzioni coinvolte nel programma (www.gioventu.it - www.vigilfuoco.it - www.marina.difesa.it www.guardiacostiera.it) .

Fonte: Iris Press.

Est film festival, il programma degli appuntamenti

Montefiascone - Collaborazione con il JazzUp festival - Dal 25 luglio al 2 agosto

-Est film festival, prodotto dalla società Arcopublic, in collaborazione con la rivista media partner, Cinema del silenzio, e promosso dalla regione Lazio, dalla provincia di Viterbo , dalla città di Montefiascone, dalla camera di commercio di Viterbo e dalla Roma-Lazio film commission, celebrerà la sua 3a edizione dal 25 luglio al 2 agosto 2009 a Montefiascone (Vt).
Est fil festival e Viterbo JazzUp festival ribadiscono quest’anno la loro fruttuosa collaborazione.

Nella serata inaugurale, sabato 25 luglio alle 22.00, i giardini della Rocca ospiteranno il tradizionale concerto d’apertura con Javier Girotto e gli Aires Tango, artisti di fama mondiale noti al pubblico grazie alla loro capacità di con-fondere i suoni del tango con quelli del jazz, ispirando la loro musica a quella di Astor Piazzolla.

La formazione vedrà Javier Girotto al sax soprano e baritono, clarinetto basso e flauti andini, Alessandro Gwis al pianoforte, Michele Rabbia alle percussioni e Marco Siniscalco al basso.

La musica di Javier Girotto-Aires Tango, freschi del loro decimo disco prodotto e lanciato nel 15esimo anno dalla nascita del quartetto, è il risultato di una notevole libertà espressiva di grande fascino, nella quale gli echi del passato si fondono con le istanze del linguaggio musicale più moderno.

Vaniel Maestosi, direzione artistica Est Film Festival, parla così in merito a questa rinnovata cooperazione: “Est film festival e Viterbo JazzUp festival hanno dimostrato che avere un intento comune e stringere una sinergia intensa, sono le basi per far sì che un progetto culturale possa crescere oltre ogni previsione e arricchire un territorio, soprattutto se magico come quello della Tuscia”.

“Cinema e musica” – prosegue Maestosi – “sono un connubio vincente che certamente non abbiamo scoperto noi; il nostro merito è di dimostrare come due progetti culturali, con tematiche diverse, collaborando favoriscano un processo intellettuale, che aumenta di gran lunga l’offerta di un evento, accontentando ogni tipo di gusto e diventando di conseguenza vera risorsa anche per il turismo : perché cultura e turismo unite sono le uniche due possibilità immediate per rilanciare l’economia e, perché no, il morale del nostro paese”.

“Quest’anno Est film festival” – continua Maestosi – "ha avuto la fortuna di coinvolgere dei big spender di livello europeo come Montepaschi Siena , Italiana Assicurazioni, Poste Italiane e Bmw e Mini.

Credo che far investire questi grossi sponsor sul territorio di Montefiascone non faccia bene solo a Est film festival, che così può offrire un programma, interamente a ingresso gratuito, di altissimo livello, ma anche allo stesso territorio in cui si svolge l’evento.

Perché questo territorio improvvisamente si trova all’interno di un progetto culturale nazionale che, offrendo un rilievo molto più ampio, oltre il luogo stesso in cui si svolge, porta Montefiascone, che quest’anno sarà invasa secondo le previsioni da oltre 15.000 persone, a diventare un piccolo grande centro culturale, dove il cinema con le sue atmosfere sognanti sarà la salsa piccante che condirà la Tuscia per 9 giorni di fermento”.

Riallacciando il discorso al rapporto tra cinema e musica , caratteristiche ormai consolidate di Est film festival, il direttore prosegue anticipando quello che sarà uno degli eventi speciali del festival: il concerto musicale di apertura che “permetterà ad Est film festival di offrire anche un discorso musicale, proponendo nella giornata inaugurale un concerto di livello internazionale, in collaborazione con il Viterbo JazzUp festival, dei musicisti Giancarlo Necciari e Marcello Balena, con i quali è anche nata una sincera amicizia”.

“I freschi giardini della Rocca dei Papi” – conclude Maestosi – “saranno lo spazio per le rivisitazioni armoniche di Javer Girotto. Anche questo concerto, come tutto il festival, sarà a ingresso gratuito, perché credo ancora, come avevo già affermato nella conferenza di presentazione dello scorso anno in provincia di Viterbo , che la cultura in Italia va ancora promossa e non solo prodotta”.

Fonte: TusciaWeb.

Un’estate a Viterbo capitale dell’opera

Prende il via a Viterbo il 10 luglio la terza edizione del Tuscia Opera Festival.Ventiquattro eventi, non solo musicali, per la maggior parte concentrati in uno spazio scenico d’incomparabile suggestione, piazza San Lorenzo, nel cuore di Viterbo, animeranno sino a Ferragosto «la più importante manifestazione culturale estiva a livello nazionale», come l’ha definita il ministro Sandro Bondi.
Un’opera (il Don Giovanni di Mozart), cinque opere in forma di concerto (La Traviata e il Rigoletto di Verdi; La Bohème di Puccini; L’Elisir d’amore e il Don Pasquale di Donizetti), ma anche musica sacra, sinfonica e jazz, poesia, teatro, danza e persino un film, naturalmente su un’opera, La Bohème, diretto da Robert Dornhelm, costituiscono il ricco cartellone di quest’anno. Ci sarà anche un omaggio a Fabrizio de André, il 18 luglio: una trasposizione sinfonica de La Buona Novella per Soli, Cori e Orchestra, diretta da Stefano Vignati, il direttore artistico del Tuscia Opera Festival, con la voce narrante di Luca Calvani. Il 1° agosto andrà in scena Io, madre di mia madre, di Daniela Poggi: una testimonianza d’amore tra parole e musica, liberamente tratta da «Mia madre, la mia bambina» di Tahar Ben Yelloun e da «Una morte dolcissima» di Simone de Beauvoir. È però l’impegno per i giovani la caratteristica peculiare del Tuscia Opera Festival. Come dice Vignati «da noi i giovani si cimentano in spettacoli che si svolgono in siti medievali di rara bellezza, vengono retribuiti e sono affiancati da professionisti già affermati per un’esperienza entusiasmante. Per esempio, nel concerto conclusivo, l’omaggio a Mozart, la sera del 15 agosto, solista sarà Giuseppe Greco, un pianista di soli 20 anni». Il Tuscia Opera Festival, che è stato presentato dalla Regione lo scorso inverno e che potrebbe «sbarcare» in California, nel 2010, collabora con la Fondazione Operation Smile, presieduta da Santo Versace. Il concerto inaugurale del 10 luglio, «Va Pensiero», presentato da Livia Azzariti e al quale interverrà Versace, raccoglierà fondi per questa organizzazione no profit.
Tredici concerti si svolgeranno anche in dieci cittadine del viterbese: Acquapendente, Canepina, Capranica, Castiglione in Teverina, Civita di Bagnoregio, Marta, Montefiascone, Soriano nel Cimino, Valentano e Villa San Giovanni in Tuscia. Per saperne di più e per consultare l'intero programma: www.tusciaoperafestival.com.

Fonte: Il Giornale.

Piero Pelù al "Tuscia Rock Festival"


28/06/2009
Montalto - Si esibirà il 24 luglio l'ex voce dei Litfiba

Dal 21 al 24 luglio, torna a Marina di Montalto di Castro, il Tuscia Rock Festival. Le performance musicali si aprono il 21 luglio a partire dalle ore 21.30 nel Piazzale del Palombaro a Marina di Montalto.

Quest’anno con l’esperimento infrasettimanale. La Sevensounds di Mario Sperandei e Mirko Cucci è sicura che non ci saranno cali di pubblico. Il cast difatti comprende: Gli Hot Tuna con i due leggendari architetti del sound psichedelico caratteristico di San Francisco, Jack Casady e Jorma Kaukonen.

Nonostante si siano incontrati alla fine degli anni 50, non hanno mai perso l’ispirazione e l’abilità di creare melodie incredibilmente genuine, caratterizzate dal disinvolto approccio alla West Coast e dai leggendari brani acustici.

Nella formazione attuale ormai parte integrante della famiglia Hot Tuna, il mandolinista Barry Mitterhoff con il suo background di bluegrass e di esperienze musicali con la Metropolitan Opera e il New York City Ballet. Il 22 luglio torna in Italia la splendida voce di Ray Wilson che ha caratterizzato esperienze diversissime fra loro: dal grunge degli Stiltskin al Brit Pop dei Cut, nonché i Genesis post Phill Collins. Importanti esperienze formative alle quali ha dimostrato di saper tener testa e dalle quali ha saputo separarsi per camminare con le proprie gambe, affermando pienamente le sue doti artistiche. Il 23 luglio è la volta di Tony Esposito, la cui musica è ispirata da sonorità provenienti da molti Paesi del mondo, che ha mescolato con ritmi tribali e melodie tipiche della musica partenopea.

L'originalità del suo approccio si può ritrovare nell'invenzione di strumenti unici come il tamborder, suono onomatopeico di uno dei suoi più famosi brani: "Kalimba de Luna". Tony ha collaborato in passato con i più grandi artisti italiani, Pino Daniele, Edoardo Bennato, Alan Sorrenti, Juan Lorenzo, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Gino Paoli, Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, Eugenio Bennato, Claudio Rocchi, Mauro Pelosi. Insieme a Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Rino Zurzolo e Fabio Forte, ha contribuito a coniare il termine "blues metropolitano " che trova il punto di massima espressione artistica forse nell'album di Pino Daniele "Vai mò" del 1981. Dagli addetti ai lavori è chiamato "king of percussion". Chiude l’edizione 2009 del Tuscia Rock festival, l’inconfondibile voce di Piero Pelù.

“Acquasantissima” un progetto dello stesso Piero Pelù, assolutamente originale ed unico nel panorama musicale italiano che vede sul palco un cantante e un chitarrista rock con una formazione di chiaro stampo tzigano. Nello spettacolo di oltre 2 ore, saranno completamente riarrangiati in chiave Rock and Rom, brani del repertorio di Pelù come: “Tziganata”; “Toro Loco”; “Bomba Boomerang”; “Lacio Drom”; “El Diablo”; e i più recenti “Tribù”; “Tutti Fenomeni”; “Mamma Ma-donna”; “Viaggio” dal quale giungono i ritratti di persone Rom riprese durante il video omonimo girato da Pelù a Saintes Maries de La Mer in Camargue per la festa annuale di Santa Sarah, protettrice di tutti i popoli nomadi.

Dal repertorio di Acquaragia Drom, Pelù canta brani come “Fame da Lupo”;”Mafia”; un classico della tradizione nomade dell’ est Europa “Hoy Mama”, fino ad una reinterpretazione appassionata de “Il Vino” di Piero Ciampi. Una festa in piena regola vissuta innanzitutto sul palco: il feeling nato tra l’artista fiorentino e il quintetto Rom è il catalizzatore e l’ingrediente principale della buona riuscita di questo interessantissimo progetto. Lo show multimediale coinvolge tutto il pubblico presente, portandolo per mano in un viaggio attraverso l’attualità e le tradizioni più lontane ed affascinanti. “Quest'anno il Tuscia Rock – riferisce Il direttore artistico Mario Sperandei – ha una veste nuova: un cast artistico d'eccezione, senza gruppi emergenti e cover band. Abbiamo infatti deciso di fare un edizione diversa dal solito, solo 4 concerti ma con artisti di grande livello.

A salire sul palco di Montalto Marina saranno artisti americani, italiani, scozzesi, inglesi, di chiara origine rom. Questo è infatti l’anno dell’internazionalità”. “Stiamo poi già lavorando su un progetto per la prossima edizione – continua Mirko Cucci - che comprenderà band emergenti soprattutto della nostra provincia, ma adesso godiamoci queste 4 serate di pura musica live. Ringraziamo infine il comune di Montalto di Castro, rappresentato dal Sindaco Salvatore Carai e dall’assessore al turismo e spettacolo Gabriele Rossi, è chiara l’intenzione da entrambe le parti di svolgere anche in futuro, il Tuscia Rock festival nel comune tirrenico . L’appuntamento è a Marina di Montalto di Castro in p.le del Palombaro, dal 21 luglio con il Tuscia Rock Festival che come sempre è a ingresso libero.

Fonte: ViterboOggi.

Raccolta funghi: ecco tutte le istruzioni


(OnTuscia) – VITERBO – (A.O.) - Con le piogge degli ultimi giorni si torna a raccogliere i funghi nella Tuscia. L’assessore all’Agricoltura Mario Trapè dà alcuni consigli utili prima di iniziare la raccolta. “Per non incorrere in sanzioni - spiega - i giorni consentiti per la raccolta sono solo: martedì, venerdì, sabato e domenica. Il raccolto massimo è di tre chilogrammi. Inoltre prima di iniziare la raccolta è necessario aver pagata la tassa annuale (pari a 25,82 euro sul cc 12602017 intestato a tesoriere Provincia di Viterbo – causale tesserino funghi). Sono dispensata dal pagamento della tassa i raccoglitori di funghi che hanno superato i 65 anni di età”.
E’ vietato raccogliere nelle ore notturne, l’uso di rastrelli e contenitori di plastica e praticare tale attività entro un margine di 10 metri dalle strade pubbliche. Non è inoltre possibile raccogliere esemplari non maturi: le misure minime del diametro del carpoforo è di 3 centimetri, fa eccezioni il porcino, il prataiolo, la cui misura minima è di 4 centimetri. Per la mazza di tamburo è di 5 centimetri.

“Per chi non è ancora in possesso del tesserino per la raccolta dei funghi – dice ancora Trapè - sono aperte le iscrizioni al corso micologico, organizzato dall’assessorato all’Agricoltura, al termine del quale sarà consegnato l’attestato utile per il rilascio del tesserino regionale abilitante alla raccolta nel Lazio”.

Info: Ufficio Agricoltura Provincia di Viterbo, via Saffi 49. Tel 0761313316 - Fax 0761323273.

Fonte: OnTuscia.

Ferrovie: Metro Spa, da 1 luglio nuovo orario per linea Roma-Viterbo

Roma, 28 giu. - (Adnkronos) - Dal primo luglio al 31 agosto sulla ferrovia regionale Roma-Civitacastellana-Viterbo sara' in vigore il nuovo orario estivo che prevede, nei giorni feriali, una leggera riduzione di corse sulla tratta urbana piazzale Flaminio - Montebello. Restano invariati: l'orario dei giorni festivi e le prime e ultime partenze dai capolinea. Nei giorni feriali, da piazzale Flaminio le corse si susseguono dalle 5.40 alle 22.40 mentre da Montebello, la prima e l'ultima partenza sono previste rispettivamente alle 6.09 e alle 23.09. Nei festivi prima e ultima corsa da piazzale Flaminio alle 5.50 e alle 22.10; da Montebello alle 6.18 e alle 22.38. Invariato il servizio, invece, del servizio extraurbano. Con una eccezione: il treno extraurbano Roma - Sant'Oreste che parte da piazzale Flaminio alle 20.54, sino a Montebello effettuera' tutte le fermate urbane.

Di seguito il nuovo orario urbano feriale nei dettagli: partenze da piazzale Flaminio per Montebello: 5.40-5.50-6.00-6.10-6.20-6.30-6.38-6.48-6.56-7.02-7.12-7.24-7.36-7.44-7.52-8.00-8.08-8.18-8.28-8.38-8.48-8.58-9.14-9.28-9.40-9.56-10.16-10.32-10.44-11.04-11.16-11.36-11.48-12.02-12.14-12.30-12.40-12.50-13.10-13.30-13.44-13.58-14.12-14.28-14.40-14.50-15.08-15.28-15.36-15.50-16.02-16.20-16.40-16.54-17.06-17.18-17.26-17.40-17.52-18.04-18.20-18.32-18.50-19.08-19.30-19.46-20.08-20.20-20.36-20.54-21.08-21.30-22.00-22.40.

Partenze da Montebello per piazzale Flaminio: 6.09-6.25-6.33-6.41-6.53-7.05-7.12-7.21-7.29-7.37-7.45-7.53-8.09-8.17-8.25-8.33-8.41-8.51-9.03-9.15-9.27-9.39-9.51-10.03-10.15-10.33-10.51-11.09-11.24-11.39-11.51-12.10-12.24-12.39-12.49-12.59-13.11-13.28-13.47-14.03-14.17-14.31-14.49-15.03-15.15-15.27-15.43-16.01-16.13-16.25-16.39-16.53-17.12-17.29-17.41-17.52-18.03-18.15-18.27-18.39-18.51-19.09-19.27-19.45-20.05-20.21-20.43-20.59-21.15-21.45-22.08-22.36-23.09.

Fonte: Adnkronos IGN.

Frontale al bivio per Zepponami, ferite due donne

27/06/2009
Montefiascone - Le ferite sono state trasportate al Belcolle

Incidente venerdì pomeriggio sulla Cassia Nord. All'altezza del bivio per Zepponami, due auto, una Wolkswagen Polo e una Fiat 500, si sono scontrate frontalemente.

Nell'impatto sono rimaste ferite, ma in modo non grave, le due donne che stavano al volante, una 22 residente a Montefiascone e una donna proveniente dall'est Europa. Immediato l'inervento dei sanitari del 118 che hanno trasportato le ferite all'ospedale Belcolle. Sul posto anche i carabinieri di Montefiascone.

Probabilmente l'incidente è stato causato dalla pioggia che ha reso il manto stradale scivoloso.

Fonte: ViterboOggi.

domenica 28 giugno 2009

“Mattine d’Estate 2009 “ sulla linea di partenza

“MATTINE D’ESTATE 2009 “ SULLA LINEA DI PARTENZA

Al termine dell’anno scolastico, visto il successo riportato dall’esperienza precedente, Auser Viterbo organizza “ Mattine d’estate 2009”, una settimana di attività ludico-ricreative per 20 giovani alunni, immigrati e non, dagli 11 ai 15 anni di età.
L’iniziativa, che ha lo scopo di favorire l’incontro tra giovani di culture diverse per migliorarne il processo d’integrazione ed offrire agli alunni immigrati occasioni per un approfondimento linguistico in ambiente extrascolastico, è parte integrante del Progetto “ Tempo d’incontri” finanziato dalla Provincia di Viterbo.
La settimana di laboratorio prenderà il via il 29 giugno alle ore 9 quando, a Piazza del Sacrario, i ragazzi iscritti all’iniziativa s’incontreranno con gli insegnanti volontari di Auser Viterbo che li accompagneranno alla struttura di Case Rosse di San Martino, messa gentilmente a disposizione dal Comune di Viterbo.
Qui i ragazzi, guidati da due animatori del CEMEA, esperti nella conduzione di gruppi dei giovani, affiancati dai volontari, svolgeranno tutte le mattine, fino al 4 luglio, diversi tipi di attività ricreative volte a stimolare la socialità, le capacità di comunicazione, espressione e creatività nel gruppo.
Per dare alla giornata di attività un’atmosfera di festa, per i ragazzi verrà organizzata una merenda campestre.
A tutti buon lavoro e buon divertimento!
Maria Roberti

venerdì 26 giugno 2009

Ronciglione - Arriva la quarta edizione della Notte Bianca


24/06/2009

RONCIGLIONE - Il 4 luglio musica, arte e gastronomia e tanto divertimento per le strade della città

Arriva il 4 Luglio la Notte Bianca a Ronciglione: ultimi preparativi per la quarta edizione di questo grande evento della Città di Ronciglione, organizzato dall’Associazione 1728 con il patrocinio della Regione Lazio, la Provincia di Viterbo, il Comune di Ronciglione in collaborazione con altre associazioni del territorio.

Tantissime le novità che si distribuiranno per tutta la cittadina rendendola viva e animandola per tutta la notte. Musica, Arte, Gastronomia e soprattutto tanto divertimento, dentro ad una cornice che rimarrà illuminata fino alle prime luci dell’alba, in cui ognuno potrà riconoscersi e scoprire nuove passioni. Quest’anno si aggiunge ai già tanti appuntamenti un’intera zona dedicata ai motori dove saranno esposte oltre 100 moto Ducati nel 1° Raduno in notturna, una Fiera Agricola org. dall’Assessore all’agricoltura Pietro Lazzaroni, oltre 80 stand, 8 gruppi musicali, 3 palchi.

“Il lavoro fatto con serietà ha sempre premiato, (dice il presidente Fabio Troncarelli) ci fanno estremamente piacere i tanti complimenti che ci stanno giungendo in questi giorni di preparazione, in realtà stiamo lavorando da gennaio, e tante e tante persone, da quando abbiamo messo in rete la data della Notte Bianca di Ronciglione, ci chiedono informazioni sulla serata, oramai appuntamento atteso e che non può assolutamente deludere.

Per noi è una grande responsabilità questa, ma possiamo garantire che stiamo organizzando ancora una volta un grandissimo spettacolo!”. Il programma della Notte Bianca di Ronciglione si stà completando, mancano gli ultimi particolari ma da quello che abbiamo potuto scorgere in anteprima vi possiamo dire che ancora una volta a Ronciglione ci sarà un grande spettacolo per tutti.

Per maggiori informazioni: http://www.associazione1728.it/

Fonte: ViterboOggi.

Fervono i preparativi per l'Orte music festival

Dal 28 giugno al 5 luglio

- Sono in corso gli ultimi preparativi per l’edizione 2009 dell’Orte Music Festival.

L’ appuntamento ormai divenuto un punto di riferimento per tutti i viterbesi amanti della buona musica avrà inizio domenica 28 giugno con l’atteso concerto dei Ministri una delle nuove rivelazioni del palcoscenico musicale italiano.

L’Orte Music Festival 2009 si terrà dal 28 giugno al 5 luglio presso gli impianti sportivi di Orte presenta quest’anno un’offerta artistica quanto mai ricca e variegata.

Musica di ogni genere si ascolterà dl palco del Music Festival, “Il programma - conferma l’art director, Marcello Balena - spazierà dal Pop al Punk Rock, dal Blues alla musica folk, dal jazz all’house”.

Tra i tanti appuntamenti sicuramente spicca la serata del 5 luglio quando sul palco dell’Omf saliranno Greg & The Blues Willie, gruppo capitanato da Claudio Gregori al secolo Greg del duo Lillo & Greg, una delle iene storiche del programma le Iene e tra i comici più apprezzati della televisione italiana con alle spalle decine di programmi Rai e Mediaset.

Altro appuntamento da segnare sul calendario sarà il concerto del 2 luglio, con la performance dei Tamburellisti di Torrepaduli, tra i più amati ed apprezzati musicisti della tradizione pugliese.

Il gruppo durante il loro tour ha sino ad ora suonato nelle piazze e nei teatri di tutto il mondo, ad esempio allo stadio di Corinto, all’Irodion del Partenone di Atene, al Far Eastern Hotel di Taiwan e, di recente alla Kulturhuset di Stoccolma, sorprendendo tutti con il virtuosismo delle percussioni, con le tecniche vorticose della danza e con i contenuti artistici e poetici delle loro canzoni. Gli esaltanti ritmi dionisiaci della loro musica e della loro danza, ossia della ormai celebre pizzica pizzica, straordinaria eredità della Magna Grecia e della tradizione pugliese, hanno infiammato tantissimi animi in una travolgente partecipazione collettiva.

Gli artefici di questo grande evento musicale: l’assessore alle Politiche sociali del comune di Orte, Angelo Ciocchetti e il musicista Marcello Balena, direttore artistico del Music Festival ormai da ben 3 anni.
“L’Orte Music Festival - sono le parole dell’assessore Angelo Ciochetti, anche ideatore dell’evento - è diventato uno degli appuntamenti più apprezzati dell’estate ortana e non solo. Con il passare degli anni è sempre più divenuto un punto di aggregazione sociale intergenerazionale e interculturale oltre che un’ottima vetrina per gruppi emergenti e per tutto ciò che è cultura nel nostro territorio e in Italia”.

Il Festival sarà anche l’occasione per promuovere la musica ortana, infatti ci saranno due serate, martedi 30 giugno e marcoledi 1 luglio, dedicate esclusivamente alle band di Orte, dove verranno registrati i concerti per realizzare una compilation di gruppi ortani.

Fonte: TusciaWeb.

Musica: Si alza il sipario sul Beethoven Festival di Sutri

Roma, 24 giu. - (Adnkronos) - Sabato prossimo si alza il sipario sull'VIII Edizione del Beethoven Festival che, per un totale di dieci appuntamenti previsti tra giugno e agosto, animera' le chiese piu' importanti, l'anfiteatro, le piazze piu' suggestive di Sutri, antichissima e preziosa citta' della Tuscia, distante pochi chilometri da Roma. La manifestazione e' promossa dall'Associazione Amici della Musica di Sutri, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Sutri, della Provincia di Viterbo, della Regione Lazio e della Fondazione Carivit, sotto il patrocinio della Soprintendenza per i Beni e le Attivita' Culturali dell'Etruria Meridionale e dell'Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Viterbo. Quest'anno, inoltre, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha insignito il Festival della prestigiosa Medaglia della Presidenza della Repubblica Italiana.

Ricca anche l'edizione 2009 che offrira' non solo un ampio spettro dei capisaldi del piu' grande repertorio concertistico, ma proporra' anche capolavori poco eseguiti in Italia e prime assolute di opere di compositori contemporanei italiani ed europei. E di grande prestigio saranno gli artisti, le formazioni cameristiche chiamati in scena per il Beethoven Festival divenuto un appuntamento imprescindibile non solo per i turisti che ogni anno affollano questa culla di altissima civilta', ma anche per tutto il pubblico laziale che puntualmente, ogni anno, ne affolla le platee. A inaugurare, quindi, il Festival, saranno Carlo Maria Parazzoli al violino e Anna Lisa Bellini al pianoforte, che il 27 giugno alle 21 nella suggestiva cornice della Chiesa San Francesco si faranno interpreti della Sonata in Re Maggiore op. 12 n. 1 di Ludwig Van Beethoven, della Sonata in La Maggiore n. 2 op. 100 di Johannes Brahms, per concludere con la beethoveniana Sonata in La Maggiore op. 47 A Kreutzer.

Venerdi' 3 luglio sempre la Chiesa San Francesco, accogliera' Simonide Braconi, prima viola del Teatro alla Scala, accompagnato al pianoforte da Marco Sollini che eseguiranno la Sonata in la minore D 821 Arpeggione di Schubert, cui faranno seguito la Marchenbilder op. 113 di Schumann e la Sonata in fa minore op. 120 n. 1 di Brahms. Aldo Ragone sara' il protagonista del concerto per pianoforte di sabato 11 luglio (ore 21.00, Chiesa San Francesco) con la Sonata op. 2 n. 2 di Beethoven, Tre intermezzi op. 117 di Brahms, la Sonata n. 9 op. 68 Messa nera di Scriabin e la virtuosistica Sonata n. 2 op. 14 di Prokofiev.

Fonte: Libero News.

Notte rosa a Vitorchiano


VITORCHIANO (VITERBO) / 24-06-2009
NOTTE ROSA A VITORCHIANO/ arte, musica, enogastronomia, un simposio di scultura e una mostra su S. Francesco

Sabato 27 giugno a partire dalle ore 17.30 nel centro storico di Vitorchiano prenderà il via la II edizione della Notte Rosa, a cura degli Assessorati Turismo e Servizi Sociali del Comune di Vitorchiano, della Pro-Loco con il Patrocinio della Regione Lazio. Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno, il caratteristico borgo medievale a pochi passi da Viterbo si animerà di nuovo per un’intera notte con una kermesse ricca di appuntamenti incentrati sulla multidisciplinarietà delle forme artistiche, aventi come denominatore comune la figura della donna: arte, cultura, musica, danza, un concorso di bellezza e tanti spettacoli con artisti di strada, trampolieri, giochi pirici e improvvisazioni di stornellate popolari.

Novità di quest’anno sono gli “angoli di strada”, dall’esoterico al multimediale fino ad arrivare a quello enogastronomico che, per l’occasione, diventa solidale. Infatti il 27 e il 28 giugno dalle ore 19 si potrà partecipare alla “grigliata in rosa”, una cena benefica per non dimenticare l’Abruzzo, a cura della pro-loco, del comune e delle associazioni di volontariato di Vitorchiano. Nei giorni 26, 27 e 28 si terrà la manifestazione “Peperino…non solo pietra” nell’ambito della quale sarà presentato “Pepper 2009”, il primo Simposio Internazionale di scultura in peperino.

Sette scultori italiani e stranieri si cimenteranno nella realizzazione di opere utilizzando la tipica pietra locale che mira ad essere riqualificata, come risorsa propria del territorio della Tuscia, e promossa a livello nazionale ed internazionale nel settore artistico ed architettonico. Collegato al simposio è l’evento culturale “Parole Plasmate come Pietra”, tenutosi il 20 giugno scorso presso la Sala Consigliare del palazzo comunale del paese, con la prima edizione del Premio “Il Fedele”, un importante momento culturale in cui poesia e scultura sono state messe a confronto. Il famoso scultore viterbese Roberto Joppolo ha premiato la poetessa Maria Luisa Spaziani, tre volte candidata al Nobel per la letteratura. Il merito della poetessa è di aver narrato la storia di Giovanna d’Arco in un poema del 1990 che rappresenta il coronamento del percorso poetico dell'autrice, dopo un suo lungo interesse ed approfondite ricerche su questo personaggio.

Durante la “Notte Rosa” negli spazi della Torre Medioevale di Vitorchiano sarà ospitata la mostra d’arte contemporanea “Laudato sie”, curata da Massimo Giovannelli e ispirata al Cantico delle Creature di S. Francesco. Un gruppo di 29 artisti, di diversa generazione e provenienza geografica, presenteranno le loro opere incentrate su una rilettura del Cantico, superandone la valenza puramente religiosa, in un viaggio fuori dalla realtà moderna frenetica e virtuale che costringe a riconsiderare il valore prezioso e autentico di ogni singolo aspetto della vita. La festa dell’estate 2009 di Vitorchiano vi aspetta quindi con molteplici opportunità di divertimento per tutte le età e per tutti i gusti.
Elisa Ignazzi

Fonte: Uno Notizie.

Ludika 1243


dal 25 al 28 Giugno 2009
"un evento medievale colorato come un giullare"
Festival del Teatro di Strada medievale - IX edizione

Siete tutti invitati dal 25 al 28 giugno 2009 a Viterbo - Quartiere storico di San Pellegrino

La città di Viterbo con il contributo della Provincia di Viterbo e della Regione Lazio presentano un evento organizzato dall'Associazione Culturale "La Tana degli Orchi", in collaborazione con "Elish" e "La Roccaforte"


Ludika 1243
Per informazioni e contatti: info@ludika.it
Tel. 3802929483/ 0761482881

Associazione Culturale Ludica La Tana degli Orchi
www.tanadegliorchi.it - info@tanadegliorchi.it

Ufficio stampa a cura dell'Associazione Culturale Satyrnet:
www.satyrnet.it - press@satyrnet.it

Tuscania - Necropoli, la Curunas riapre l'Olivo e Pian di Mola


Qualcosa finalmente si muove a Tuscania e non solo nella politica con il cambio di maggioranza alla guida del Comune. Un fatto del tutto nuovo e di fondamentale importanza per lo sviluppo del paese riguarda la fruibilità delle aree archeologiche, fino ad oggi unico vero ostacolo al suo decollo turistico.

A partire da ieri, martedì 23 giugno, è ufficialmente aperta al pubblico, visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 17, lunedì escluso, la necropoli dell’Olivo e la famosa tomba della Regina. Altra buona notizia, davvero sensazionale, a partire da settembre ad essere resa accessibile sarà niente meno che la necropoli di Pian di Mola, con la famosa Tomba con portico, che potrà essere ammirata per la prima volta anche dai non addetti ai lavori. Il merito di queste due davvero speciali opportunità da mettere sul piatto dell’offerta turistica e culturale è tutto della Cooperativa Curunas e della sua infaticabilee presidente, Luciana Franci.

“Siamo riusciti nel nostro intento -dichiara Luciana- senza inventarci nulla di particolare ma solo avviando un discorso serio e costruttivo con gli enti preposti e, circostanza non da meno, con i proprietari dei terreni su cui insistono i siti archeologici. Per quanto riguarda Pian di Mola stiamo risolvendo gli ultimi problemi logistici in modo che a fine estate il nuovo servizio della Curunas possa essere attivato”.

Per l’immediato, invece, un’altra importante novità riguarda la possibilità per i villeggianti della costa, dal lido di Tarquinia a quello di Montalto, fino a Pescia Romana, di poter prender parte agli appuntamenti del Festival Paesaggi di Suoni che avrà inizio il prossimo 21 luglio.

“In collaborazione con Officine Culturali e Tuscania d’Arte -spiega Franci- abbiamo predisposto un’offerta sicuramente innovativa che consiste nel mettere a disposizione dei vacanzieri del lido un bus navetta che li trasporti a Tuscania per asssitere ai vari appuntamenti in programma.

Oltre al viaggio, è prevista la visita guidata al centro storico e una degustazione di prodotti tipici. Il tutto al costo di €. 18,00 esclusi i più piccoli”.

La Cooperativa Curunas

Nata nel 2005, il principale scopo della Cooperativa Curunas è quello di creare una rete turistica e culturale, fino ad ora in pratica assente nel territorio di Tuscania.

In particolare, è costituita da una maggioranza di giovani disoccupati, laureati in discipline archeologiche, storico-artistiche, umanistiche e appassionati di arte e archeologia, che desiderano mettere in campo la loro esperienza e la loro professionalità al servizio del turista.

Tutti i membri della Cooperativa sono spinti dal medesimo interesse: concentrare le proprie forze su Tuscania, affinché questo antico centro dell’Etruria torni ad avere un ruolo centrale nel territorio della Provincia di Viterbo. Tra gli obiettivi:

- rendere accessibile l’intero patrimonio dei beni culturali ed ambientali del territorio di Tuscania;

- favorire la visita di siti archeologici e storico-artistici per riscoprire la storia della città etrusca e medievale e cogliere la bellezza profonda delle forme architettoniche, unita alla diffusa integrità del contesto urbano e paesaggistico; - far nascere un nuovo modo di produrre e di offrire turismo, di visitare il territorio e, anche, di favorire lo sviluppo dell’occupazione. Il tutto senza rinunciare a conservare e a rinnovare le risorse culturali della città di Tuscania.

La necropoli di Pian di Mola

Nella necropoli di Pian di Mola sono presenti tombe del VII - I secolo a.C., tra le quali: tombe di epoca tardo-ellenistica, che hanno conservato una serie di sarcofagi fittili di produzione locale, e tombe rupestri a dado come la Tomba a casa con portico. Quest’ultima risale alla prima metà del VI secolo a.C. ed ha una forma monumentale: all’interno è presente un atrio su cui si aprono due camere con banchine; all’esterno era preceduta da un portico con quattro colonne; il tetto, a doppio spiovente, era arricchito da decorazioni architettoniche e scultoree. I reperti rinvenuti nella necropoli sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Tuscania.

Ulteriori notizie: www.curunas.it

Fonte: Viterbo TV.

Ambiente: Lazio, Riserva naturale Bomarzo classificata tra le prime 5 in Italia

Roma, 25 giu. (Adnkronos) - La Riserva Naturale di Montecasoli di Bomarzo in provincia di Viterbo, si e' qualificata tra le prime cinque destinazioni secondo la valutazione del "Progetto Eden 2009 - Turismo e aree protette", promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dedicato al tema Turismo e Aree protette. "Il risultato ottenuto dalla Riserva di Bomarzo ci rende orgogliosi - dichiara Filiberto Zaratti, assessore all'Ambiente della Regione Lazio - ed e' la conferma che il buon agire politico, rivolto alla tutela e alla qualificazione delle risorse ambientali ottiene il giusto riconoscimento".

Dello stesso parere il sindaco di Bomarzo, Stefano Bonori: "Il percorso di valorizzazione dell'area protetta di Montecasoli e' iniziato 14 anni fa, ma il salto qualitativo e' effetto dell'ottimo lavoro fatto in questi ultimi anni dall'assessorato all'Ambiente e dalle strutture deputate alla gestione delle aree protette".

"Il riconoscimento del Progetto Eden - conclude Zaratti - conferma che i contributi rivolti al recupero del centro storico di Bomarzo e della Torre medievale, la realizzazione dell'eco-albergo e la valorizzazione dei percorsi naturalistici, sono stati ben indirizzati". Alla riserva Naturale di Montecasoli di Bomarzo era gia' stata assegnata la bandiera arancione dal Touring Club.

Fonte: Libero News.

Bus gratuiti per i giovanissimi


23/06/2009

Tarquinia - Dal 13 giugno al 10 settembre la linea BC sarà gratis per i ragazzi al di sotto dei 17 anni

Bus gratuiti per i giovanissimi. Grazie all’accordo raggiunto tra l’Amministrazione Comunale e l’Autoservizi Eusepi, dal 13 giugno al 10 settembre la linea BC estiva feriale che unisce Tarquinia al Lido sarà gratis per i giovani al disotto dei 17 anni.

Per usufruire del servizio senza dover acquistare il biglietto si dovrà esibire la carta d’identità. Il provvedimento riguarderà le corse delle 19.30, 19.55, 21.40, 22.15, 23.00, 24.00, da Tarquinia per il Lido; e quelle delle 20.15, 20.50, 21.20, 22.00, 22.30, 23.10, 24.10, dal Lido per Tarquinia.

Il sindaco Mauro Mazzola e l’assessore alla Viabilità Sandro Celli evidenziano il carattere innovativo dell’iniziativa. «Il provvedimento vuole spingere i più giovani a utilizzare i mezzi di trasporto pubblico, garantendo la fondamentale libertà di muoversi. – affermano – Inoltre, la misura avrà ripercussioni positive in tema di sicurezza stradale, in quanto i ragazzi eviteranno l’utilizzo dei ciclomotori o di altri mezzi privati per raggiungere la località balneare».

Fonte: ViterboOggi.

Purchiaroni su scuola d'infanzia a S.Barbara: "Le procedure stanno andando avanti"


COMUNICATO STAMPA N°316
Viterbo, 23 giugno 2009

PURCHIARONI SU SCUOLA D'INFANZIA A S.BARBARA: "LE PROCEDURE STANNO ANDANDO AVANTI"

"Il nuovo anno scolastico si aprirà con una bella novità per i bambini di Santa Barbara", dice l'assessore Fabrizio Purchiaroni, "coloro che si affacciano alla vita scolastica , in età cioè per la scuola materna, potranno frequentarla nel loro quartiere".
"L'Amministrazione comunale sta definendo tutte le necessarie procedure per la locazione della struttura individuata come idonea ad ospitare la scuola d'infanzia", ha spiegato Purchiaroni, " nella scorsa seduta, con una apposita delibera, la Giunta ha stabilito i termini per la locazione, mentre è a giorni l'inizio di tutti i lavori propedeutici ad ospitare i bambini nella struttura, con la massima garanzia di poter offrire loro un ambiente confortevole, accogliente e sicuro."
Il tutto , in attesa del plesso scolastico che l'Amministrazione Comunale intende realizzare nel quartiere: "E' esattamente la nostra volontà, offrire al popoloso quartiere di Santa Barbara, una autonomia dal punto di vista delle strutture scolastiche che è attesa da tanto" ha concluso l'assessore, "nel frattempo, ci è sembrato più che giusto dare ai residenti un segno della nostra attenzione e presenza sul luogo, velocizzando le procedure per la materna che, sebbene provvisoria, solleverà dai disagi tante famiglie del quartiere".

Fonte: Comune di Viterbo.

Esami di Stato: l'ora della verità per 2100 studenti della provincia


24/06/2009
VITERBO - Domattina la prima prova scritta

Sono oltre 2100 gli studenti che domattina svolgeranno la prima prova dell'esame di Stato negli istituti scolastici viterbesi.

Vigilia di ansia, come nella migliore tradizione, per chi dovrà sostenere la prova ma anche per migliaia di famiglie della provincia che si misurano con un passaggio molto importante della carriera scolastica dei loro figli.

Ognuno si prepara a modo suo, con riti scaramantici, amuleti oppure, semplicemente, ripassando qualcosa.

Si internet, come ormai accade da qualche anno, sono diverse le fonti che indicano le tracce della prima prova ma come ogni anno, c'è da scommetterci, saranno clamorosamente smentite dalla realtà dei fatti.

Quest'anno il "rituale" si completa con Facebook, dove sono tantissimi gli auguri, gli incoraggiamenti e gli in-bocca-al-lupo che si inviano ai "maturandi".

La più gettonata, neanche a dirlo, la canzone "Notte prima degli esami", riprodotta in video in tutte le salse.

Fonte: ViterboOggi

Terminati i lavori al Corso, Arena: "Siamo solo all'inizio"


COMUNICATO STAMPA N°315
Viterbo, 23 giugno 2009
TERMINATI I LAVORI AL CORSO, ARENA: "SIAMO SOLO ALL'INIZIO"

Si sono conclusi in tempo record i lavori di ripavimentazione di Corso Italia: lo annuncia non senza soddisfazione l'assessore ai Lavori Pubblici Arena, che aggiunge: "Con un mese di anticipo, terminati i lavori a Corso Italia , e non abbiamo proceduto solamente alla ripavimentazione, ma anche all'interramento dei servizi Telecom, Enel e di illuminazione pubblica; so che non è stato facile per gli operatori commerciali sopportare pazientemente polvere e rumore, e li ringrazio, ma tutti insieme oggi possiamo constatare la bontà dell'intervento effettuato.
"Il colpo d'occhio sui lavori al Corso è davvero bello", ha commentato il Sindaco Marini, "una immagine di decoro e armonia che ben si adatta al centro storico e che è solo il primo passo di ciò che l'Amministrazione desidera vedere realizzato in tutto il cuore della città; con i prossimi interventi, il tradizionale passeggio nel salotto buono di Viterbo sarà ancora più gradevole, per noi viterbesi e per i turisti".
" Gli interventi cui fa riferimento il Sindaco", ha aggiunto Arena, riguardano la totale scomparsa dei cavi elettrici dalle pareti dei palazzi, lavoro capillare dell'Enel che richiederà un po' più di tempo perchè deve svolgersi, in pratica, edificio per edificio; successivamente provvederemo con una ordinanza alla tinteggiatura dei palazzi, cercando di individuare forme di agevolazione per coloro che dovranno affrontare la spesa. Vorrei porre l'accento, riguardo ai lavori del Corso, sulla bravura degli artigiani che hanno lavorato , spesso anche durante le feste, alla posa dei sampietrini. Figure di maestri artigiani che vanno scomparendo, alla cui opera veloce e tecnica commercianti e cittadini hanno assistito in queste settimane con curiosità e interesse: desidero ringraziarli pubblicamente, anche perchè, ad un primo calcolo, hanno tolto e ricollocato oltre mezzo milione di sampietrini."
Buone notizie anche sul fronte della prosecuzione degli interventi in città: "Finito Corso Italia", conclude Arena, "procederemo sin da domani con la ripavimentazione di Via Matteotti fino a Piazza della Vittoria e poi, con interventi massicci per tutto il periodo estivo, ci occuperemo delle strade , partendo dalle arterie principali , maggiormente trafficate e bisognose di interventi, fino a coprire completamente le esigenze del territorio cittadino."

Fonte: Comune di Viterbo

Inaugurato il nuovo ufficio postale di Gallese scalo

Sabato scorso, alla presenza dell'amministrazione comunale
Viterbo - 23 giugno 2009

- E’stato inaugurato sabato scorso, alla presenza dell’amministrazione comunale di Gallese e dei massimi dirigenti regionali e provinciali di Poste Italiane, il nuovo Ufficio Postale di Gallese Scalo Teverina.
A fare gli onori di casa il sindaco di Gallese Agostino Massa accompagnato dagli assessori e dai membri del consiglio comunale.
La cerimonia di apertura dei nuovi uffici, già operativi dallo scorso lunedì, ha visto anche la gradita partecipazione dell’assessore provinciale Aldo Fabbrini.

Il taglio di nastro è stato affidato a Paolo Cavalli, direttore provinciale di Poste Italiane, il quale ha sottolineato come il conseguimento di questo brillante risultato sia stato il frutto della grande sinergia creatasi in questo anno tra Poste Italiane e Comune di Gallese.

“La costanza e la tenace determinazione del sindaco Agostino Massa e dei suoi collaboratori - ha sottolineato Cavalli - ha reso possibile, dopo un anno, la riapertura di un ufficio fondamentale per il territorio e che diverrà sicuramente anche punto di riferimento per i nuclei abitativi prossimi a Gallese Scalo.”

Anche il sindaco Massa ha voluto rimarcare il grandissimo impegno profuso dagli amministratori gallesini per dipanare nei tempi più rapidi possibili la vicenda e ha voluto ringraziare sinceramente la direzione provinciale delle Poste guidata da Cavalli e da Tola, già direttore provinciale di Poste Italiane, che da tempo si era speso in prima persona per risolvere il problema.

Un risultato quindi soprattutto per Gallese Scalo che può vantare ora un Ufficio Postale d’avanguardia nel territorio e con innumerevoli servizi al cittadino.

Fonte: TusciaWeb.

Caritas. Prestito della speranza. A settembre si comincia

24 Giugno 2009
CONVEGNO CARITAS

Dal prossimo settembre le Caritas diocesane attiveranno concretamente il prestito della speranza lanciato dalla Cei in collaborazione con l’Abi. «È uno strumento aggiuntivo pensato per aiutare un maniera concreta circa 30 mila famiglie – ha spiegato l’economo della Conferenza episcopale italiana, il sacerdote Giampietro Fasani, ieri al Lingotto di Torino durante la seconda giornata del convegno nazionale della Caritas – il cui reddito è stato colpito dalla crisi e che hanno almeno tre figli o un componente a carico affetto da disabilità. Per famiglia intendiamo quella costituita sul matrimonio celebrato anche con rito civile o altro culto. Quelle degli immigrati devono avere una residenza di almeno cinque anni». Per don Fasani la crisi sta colpendo duramente il Paese e la forza dell’impatto non accenna a diminuire, anzi.

La cosa preoccupa ovviamente i vescovi italiani che hanno dedicato al tema due dibattiti in altrettanti consigli permanenti e nel loro contatto diretto con il territorio percepiscono il dramma che si sta vivendo in molte case. «La lettura che ha dato la politica della situazione non è corretta – ha aggiunto don Fasani – in realtà migliaia di famiglie si trovano in forti difficoltà per la perdita del posto di lavoro». E alla Caritas «longa manus della Cei», la Chiesa chiede di provvedere. Il fondo è uno strumento in più per categorie definite, consci che il bisogno è più ampio «Ma dando a tutti – ha spiegato – avremmo elargito pochi euro a famiglia. A chi non ha i requisiti, compresi i conviventi, chiediamo alle Caritas di intervenire con gli strumenti diocesani. Noi invece vogliamo creare un fondo di garanzia che consenta alla persona in difficoltà di risollevarsi e chiedere prestiti alle banche a tassi dimezzati, attualmente al 4,5%. Compito delle Caritas sarà segnalare i casi che rispondano ai requisiti, aiutarli nella pratica e poi accompagnarli nella ricerca di un lavoro. Soprattutto dobbiamo sostenere chi non ha mai ricevuto aiuti. Purtroppo chi ha molti figli in media ha oltre 40 anni, età difficile per un reinserimento occupazionale».

Quanto all’entità del fondo è di 30 milioni. Non si conoscono ancora gli esiti invece della colletta organizzata dalla Cei nelle parrocchie lo scorso 31 maggio per motivi tecnici. A chi tra i delegati Caritas chiedeva chiarimenti, in particolare sui criteri di selezione degli immigrati e sulla collaborazione con le banche, che hanno diverse responsabilità nella crisi che ha origini finanziarie, Fasani ha ribadito che «per le banche è l’occasione per fare qualcosa per risolvere la crisi». Quanto agli immigrati, ha ammesso che c’è stata una lunga trattativa con gli istituti di credito. «Se un immigrato non stabile perde il lavoro, rientra in patria e il prestito non viene rimborsato». Anche dal Lingotto e stato commentato l’allarme Ocse sulla spesa pensionistica. «Il problema – ha affermato sociologo calabrese Pietro Fantozzi – è che fino al 2000 ci siamo occupati solo di previdenza, cui è destinato il 25% del prodotto interno lordo Di questa cifra, due terzi vanno alla previdenza sociale, il 16% circa alla sanità e nemmeno il 2% all’assistenza sociale. Il nostro Paese va avanti grazie al welfare familistico che si sostituisce allo Stato. Dobbiamo sviluppare in fretta un sistema di assicurazioni private efficace per garantire i più giovani. E intervenire sui salari dei lavoratori dipendenti italiani. Soprattutto le fasce più basse sono oggi le peggio retribuite in Europa, cresce la povertà di chi lavora». In questo quadro compito della Caritas è richiamare il valore della solidarietà.

«Dio è morto ogni volta che l’egoismo ha il sopravvento», ha commentato Enzo Bianchi, priore di Bose, ricordando il pericolo più grande della società attuale e invitando i convegnisti ad andare contro corrente. Invito ribadito dal vescovo di Viterbo Lorenzo Chiarinelli, che nella sua relazione pastorale ha indicato tre segni distintivi per i cristiani: cercare l’uomo, amarsi vicendevolmente, camminare nella speranza. Modelli per l’animatore della carità che, ha concluso don Giancarlo Perego, responsabile del centro documentazione Caritas-Migrantes «deve costruire speranza attraverso uno stile di vita che aiuta la comunità ad essere attenta al nuovo, alla diversità, al mondo».
Dal nostro inviato a Torino Paolo Lambruschi

Fonte: Avvenire.

martedì 23 giugno 2009

"Mostri contro alieni" apre il Tuscia Film Fest 2009‏


“MOSTRI CONTRO ALIENI” APRE IL TUSCIA FILM FEST 2009
TFF Kids: alla Rocca Albornoz di Viterbo cinema di animazione e visite guidate

Prenderà il via venerdì 26 giugno il Tuscia Film Fest 2009, con il primo dei tre appuntamenti di TFF Kids. Al cinema (e al museo) con mamma e papà, la nuova iniziativa del TFF dedicata al pubblico dei giovanissimi. Il cinema di animazione sbarca così alla Rocca Albornoz di Viterbo, dove venerdì sera è in programma la proiezione del film Mostri contro alieni (ore 21.15). Non solo: oltre alla visione del film, i più giovani e le loro famiglie potranno partecipare a visite guidate, appositamente predisposte per loro, al Museo Nazionale Etrusco, trascorrendo così una serata all’insegna del divertimento e della cultura. La visita di venerdì, che precederà la proiezione e avrà inizio alle ore 20.30, sarà incentrata sul tema Etruschi: le case dei vivi e sarà così possibile riscoprire le abitazioni degli Etruschi e la loro evoluzione attraverso i materiali rinvenuti negli scavi archeologici realizzati dal re di Svezia Gustavo Adolfo ad Acquarossa e San Giovenale. TFF Kids è un’iniziativa organizzata in collaborazione con la Soprintendenza archeologica per l’Etruria meridionale.

L’ingresso alla serata è di 3 euro (gratis per bambini fino a 3 anni).

Tutto questo in attesa di lunedì 29 giugno, quando arriveranno a Viterbo i primi due grandi ospiti del ricchissimo programma del Tuscia Film Fest 2009: i premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, scenografi di fama mondiale che incontreranno il pubblico della Rocca Albornoz e parleranno della loro luminosa carriera e dei progetti futuri. In calendario, nelle serate successive, altri incontri con ospiti di primo piano quali Niccolò Ammaniti, Marco Bellocchio, Umberto Contarello e tanti altri, insieme alle proiezioni dei film più significativi dell’ultima stagione cinematografica.

Per conoscere il programma dettagliato del TFF 2009 e per ogni altra informazione: www.viterbocinema.com .

MOSTRI CONTRO ALIENI
Ginormica, una ragazza alta 15 metri e dalla forza sovrumana, viene catturata dall’esercito come elemento pericoloso per l’umanità e viene rinchiusa in un posto segreto insieme ai Mostri, altri esseri misteriosi come lei: il geniale Dottor Professor Scarafaggio, Anello Mancante, B.O.B. e Insectosaurus. Tuttavia, l’arrivo sulla Terra di Galaxhar, un robot alieno intenzionato a conquistare il pianeta, costringerà le forze militari ad avvalersi proprio dell’aiuto del gruppo di Mostri. «Deliziosa favola di fantascienza che pesca i suoi spunti nella storia del cinema. Si pensa a E.T., a Il dottor Stranamore e a Incontri ravvicinati del terzo tipo, ma c’è anche una reminiscenza felliniana: la gigantessa Anitona Ekberg in giro per l’Eur miniaturizzato di Boccaccio ‘70» (Alessandra Levantesi, La Stampa).

Tuscia Film Fest

Festival Barocco 2009, ecco le novità


Viterbo, 23/06/2009
L’edizione numero 39 dal 7 agosto al 9 ottobre

Festival Barocco edizione numero 39: è partita l’organizzazione dell’evento, che si svolgerà nel capoluogo e nella provincia dal 7 agosto al 9 ottobre. La manifestazione sarà curata dal servizio Turismo di palazzo Gentili, diretto da Mara Ciambella, sotto la direzione artistica del maestro Riccardo Marini.

“Sarà una edizione a livello internazionale – dice l’assessore al Turismo, Angelo Cappelli – con i musicisti più famosi al mondo nel campo della musica barocca: da Jorge Savall a Victoria Mullova, da Alan Curtis, a Gustav Leonhardt, da Natalia Gutman a James Galway, tutti scelti con opportuno anticipo dalla direzione artistica del festival”.

Purtroppo tra le location non ci saranno la basilica di San Pietro di Tuscania e il teatro dell’Unione di Viterbo per problemi di restauro. “Ma rispetto allo scorso anno ci saranno l’abbazia cistercense di San Martino al Cimino, la rocca dei Papi di Montefiascone e soprattutto il magnifico palazzo Papale. Molte altre le novità – continua il presidente della Provincia, Alessandro Mazzoli – che presto renderemo note con una apposito incontro con la stampa locale: i pacchetti turistici collegati al festival, diffusi anche alla Borsa del Turismo di Berlino, i concerti aperitivo della domenica mattina nella sala Regia del Comune di Viterbo, la diffusione nel mondo del programma del festival tramite gli uffici dell’Enit”.

“Insomma una manifestazione che cresce ogni anno – conclude Cappelli – grazie anche ai contributi del ministero dei Beni Culturali e dello Spettacolo dal vivo e della Regione Lazio e che arricchisce notevolmente l’offerta culturale estiva della Tuscia, insieme ad altre qualificate manifestazioni come la stagione teatrale di Ferento e Tusciaopera Festival”.

Ufficio Stampa Provincia di Viterbo

Affitti, arrivano i contributi.


Il Comune ha pubblicato il bando per l’integrazione destinato alle famiglie disagiate. L’assessore Sabatini: “Potranno essere chiesti per il 2006 e il 2007”.

VITERBO
23.06.2009
Daniele Sabatini Assessore comunale ai servizi sociali

Se il vostro reddito non supera i 18mila euro all’anno, se siete freschi sposi o convivete da poco, se avete in casa ultrasessantacinquenni o persone con disabilità importanti, se, soprattutto, pagare l’affitto è diventata un’impresa, forse c’è qualcosa che fa al caso vostro. E’ il bando pubblicato il 20 giugno scorso da Palazzo dei Priori che resterà aperto per trenta giorni (reperibile on line sul sito del Comune). Bando che, una volta presentata la domanda e, ovviamente, rientrando nei parametri economici previsti, assegnerà i contributi per gli affitti alle famiglie più disagiate: “Le fasce più deboli della cittadinanza”, ha precisato ieri mattina l’assessore comunale ai servizi sociali, Daniele Sabatini, nel presentare il bando. Un bando per due annualità (2006 e 2007), novità assoluta rispetto al passato. “E’ la prima volta che un bando viene aperto per due anni - ha sottolineato Sabatini -. E’ un tentativo da parte dell’amministrazione di stare sempre più vicini alle famiglie più disagiate, aumentando anche la soglia minima di reddito annuo rispetto all’incidenza del canone di locazione”. In sintesi, un reddito Isee non oltre gli 11mila 300 euro annui con un peso dell’affitto superiore al 14 per cento; non oltre i 18mila euro con un’incidenza del canone di locazione superiore al 24 per cento. Il contributo aumenta del 15 per cento se destinato alle giovani coppie, sposate o conviventi da almeno 4 anni, alle famiglie con ultrasessantacinquenni o con disabilità importanti. Il contributo per gli affitti negli ultimi due anni è passato da 280mila a 680mila euro. L’anno passato furono circa 250 le famiglie viterbesi interessate: “Con un bando per due annualità - ha proseguito Sabatini -, cerchiamo di rimediare ai ritardi degli Enti locali, nella fattispecie la Regione Lazio che, a quanto sembra, proprio in questi giorni sta predisponendo i mandati per liquidare le spettanze dei contributi 2006. “Non appena la notizia sarà ufficiale - ancora Sabatini -, il Comune provvederà all’anticipo delle somme per il 2006”. “Il contributo per gli affitti - è stata la frecciatina lanciata all’opposizione dal sindaco Giulio Marini, presente al fianco dell’assessore - è per tutti quelli che dicono che il nostro bilancio di previsione 2009 appena approvato, che racchiude appunto l’eventuale somma da anticipare, non ha un anima sociale”. “Non ci limitiamo a fare il copia e incolla del bando - ha ripreso l’assessore Sabatini - ma quando abbiamo le possibilità cerchiamo di mettere a disposizione le risorse per aiutare le famiglie che ne hanno bisogno. E’ stato questo il caso anche del contributo Rsa: 475mila euro anticipati dal Comune senza polemizzare con la Regione Lazio”
Alessio De Parri

Fonte: Corriere di Viterbo.

Nubifragio a Viterbo: decine di allagamenti paralizzano la città


22/06/2009
NUBIFRAGIO A VITERBO: DECINE DI ALLAGAMENTI PARALIZZANO LA CITTA' (fotoalbum)
Nelle foto: alcuni degli allagamenti che hanno paralizzato la città

(OnTuscia) – VITERBO – Se alle 18 di ieri, dopo il violento nubifragio che si è abbattuto in città, la situazione è tornata alla normalità, buona parte del merito va alla grande disponibilità e dedizione del personale della Polizia Locale, che ha lavorato duramente per ore, svolgendo operazioni anche al di fuori delle proprie competenze.

I problemi maggiori sono stati creati dall’enorme quantità d’acqua che, non riuscendo a defluire, ha letteralmente inondato Viterbo in più punti, generando grossi problemi alla circolazione stradale, particolarmente intensa per l’apertura dei centri commerciali.

I primi disagi si sono riscontrati sul raccordo che da Valle Faul permette di giungere alla rotatoria di Via della Palazzina. Nei pressi dell’Eurospin l’acqua ha raggiunto quasi un metro di altezza. Le caditoie e i tombini, infatti, erano completamente intasati da detriti tra cui residui di foglie secche, paglia e cartacce, segno evidente di una scarsa manutenzione.

Stessa situazione sulla Teverina, nei pressi del bivio per il campo scuola, dove diversi tombini intasati da materiale legnoso, lasciato accanto ai cassonetti e non raccolto, e alcune caditoie piene di ogni ben di dio, hanno permesso all’acqua, che non poteva defluire, di invadere la sede stradale, bloccando diverse automobili, per la cui rimozione è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Difficoltà anche nei pressi del bivio per Villanova, dove l’acqua è in brevissimo tempo salita a livelli pericolosi, così come sul raccordo Almirante, dove la non manutenzione e pulizia delle scarpate ha fatto si che le griglie di deflusso venissero completamente intasate. In breve il livello dell’acqua nei sottopassi è salito tanto da far chiudere in più punti la circonvallazione. Molti automobilisti, rimasti bloccati per più di un’ora, hanno avuto tutto il tempo per vedere la grande quantità di materiali invadere griglie e tombini, domandandosi come mai nessuno in Comune si fosse mobilitato in anticipo per prevenire la situazione.

E’ bastato il primo temporale estivo per mettere in evidenza questa carenza che, ormai da anni, si protrae nel tempo senza che nessuno prenda provvedimenti seri. Alla fine, anche grazie all’intervento delle squadre di emergenza del Comune, della protezione civile e del Cev, sotto l’occhio vigile dell’assessore Arena, la situazione è tornata alla normalità. Servirà questa lezione per il futuro? Speriamo.

Fonte: OnTuscia.

domenica 21 giugno 2009

Trei universităţi clujene vor oferi cursuri de învăţământ la distanţă pentru românii din Italia


Vineri, 19 Iunie 2009

Universitatea de Ştiinţe Agricole şi Medicină Veterinară (USAMV) din Cluj-Napoca, Universitatea "Babeş-Bolyai" (UBB) şi Academia de Muzică "Gheorghe Dima" vor oferi, începând cu anul universitar 2009-2010, cursuri de învăţământ la distanţă în localitatea italiană Viterbo.

Titularul proiectului este Uniunea Universităţilor Clujene, însă doar cele trei instituţii menţionate au atestat de învăţământ la distanţă, celelalte universităţi participând la partea de centru cultural al proiectului.
Cursurile vor avea loc într-un Centru Cultural şi de Învăţământ la Distanţă care va fi inaugurat pe 26 septembrie în localitatea italiană, care se află la 82 de km de capitala Roma, potrivit rectorului USAMV, Doru Pamfil.

"Dorim să deschidem la Viterbo un centru care va avea o extensie şi pentru cercetare, pentru a oferi românilor din Italia şansa de a-şi perfecţiona studiile, pentru unii dintre ei, de a relua studiile, dar mai ales de a le oferi o şansă de a se simţi acasă. Prin centrul cultural pe care dorim să îl înfiinţăm vom putea dezvolta programe de colaborare atât cu românii din Italia, cât şi cu italienii, aceasta datorită faptului că numai în regiunea Lazio, unde este situtat Viterbo, sunt peste 250.000 de români, într-o Italie care are peste un milion şi jumătate de români, pentru care noi am simţit că am făcut deocamdată prea puţin", a afirmat rectorul, adăugând că doar în Viterbo, care are 57.000 de locuitori, trăiesc 8.000 de români.

Conferenţiarul Daniel Dezmirean, din cadrul USAMV Cluj-Napoca, responabil cu înfiinţarea centrului, a declarat, în cadrul aceleaşi conferinţe de presă, că românii au fost deja înştiinţaţi de înfiinţarea universităţii. "A fost trimis un chestionar prin bazele de date ale asociaţiilor de români din Italia, prin care îi anunţăm că se va înfiinţa universitatea, ce fel de cursuri oferim, şi îi întrebăm dacă există specializări de care ar fi interesaţi. Noi ne adresăm acelor români care vor să îşi continue studiile sau nu au diploma omologată", a afirmat Dezmirean.

Potrivit oficialilor USAMV, la inaugurarea centrului, de pe 26 septembrie, vor participa miniştri educaţiei din România şi Italia, iar la începutul lunii, Papa Benedict al IX-lea va vizita instituţia, în cadrul săptămânii pe care o petrece anual la Viterbo, supranumit şi "Oraşul Papilor".

Sursa: NewsIn

A Fabrica di Roma dal 25 al 27 giugno mostre, proiezioni, degustazioni prodotti tipici


FABRICA DI ROMA (VITERBO) / 20-06-2009

TUSCIA, NON MANGIAMOCI/ a Fabrica di Roma (Viterbo) dal 25 al 27 giugno mostre, proiezioni, degustazioni prodotti tipici

L'evento si svolge dal 25 al 27 giugno nel centro storico del paese, con la seguente modalità: 25 giugno ore 18.00 inaugurazione mostra, proiezione del filmato sull'ultima sagra delle pesche a Fabrica e degustazione prodotti locali; ore 21 proiezione film di E.Olmi Terra Madre.

26 giugno ore 17.00 incontro con: - slow food sul tema "buono pulito e giusto, i nuovi criteri di produzione e di consumo del cibo" - le donne del settore agroalimentare "etica e impresa"; proiezione del filmato sull'ultima sagra; degustazione prodotti locali.

27 giugno ore 15.00 in collaborazione con l'università popolare di Roma -UPTER- "mi ricordo" laboratorio di scrittura; dalle ore 17.00 alle ore 22.00 festa in piazza con le aziende agricole e artigiane femminili e degustazione prodotti locali.
allego cominicato stampa e depliant con programma.
grazie dell'attenzione e cordiali saluti.

Fonte: UnoNotizie.it

“Caffeina cultura”, formula vincente: un eccitante di creatività per 140 spettacoli


20/06/2009
di Antonella Oliva

(OnTuscia) – VITERBO – Caffeina Cultura spaccia liberamente un eccitante pesantissimo: un eccitante chiamato creatività. E' con queste poche righe che si apre la guida degli appuntamenti di “Caffeina Cultura”. Dal 30 giugno, al 17 luglio, tre settimane di programmazione con più di 140 appuntamenti: libri, arte, musica e teatro. Senza alcuna reticenza e risparmio di energie: perché la cultura è libera e al servizio di tutti. Ed proprio lo slogan “Libera Tutti” a caratterizzare la terza edizione di “Caffeina Cultura” presentata, questa mattina, presso Palazzo dei Priori.

“La sintesi di quello che vuole essere Caffeina Cultura – ha affermato Filippo Rossi – è semplice: si tratta di un evento che intende trasformare San Pellegrino, per tre settimane, in una cittadella culturale. Ogni sera, nel centro storico, ci sarà lo svolgimento dislocato, ma simultaneo di tre eventi culturali; chiunque potrà scegliere l'appuntamento che più lo aggrada”. Caffeina è una manifestazione inserita nell'elenco dei festival nazionali. Tra Caffeina e Viterbo una partecipazione e una condivisione di intenti che porterà a una crescita reciproca.

Tre le location che ospiteranno gli appuntamenti (Piazza San Carluccio, Piazza San Pellegrino e il giardino del ristorante La Zaffera) dove saranno ospiti grandi rappresentanti del mondo del giornalismo e della letteratura italiana. “Caffeina è un intreccio culturale complesso – ha spiegato Andrea Baffo – e curare così tanti eventi non è uno scherzo. Per questo motivo ringrazio tutti gli operatori che lavoreranno con noi e che permetteranno, con il loro lavoro, di offrire gratuitamente, a tutti i cittadini, un grande varietà di spettacoli artistico-culturali”.

A “tagliare il nastro” e quindi a inaugurare gli eventi, la sera del 30 giugno, sarà Antonio Scurati con Il bambino che sognava la fine del mondo. Tra i nomi illustri, che riconfermano la loro presenza anche in questa edizione: Giampaolo Pansa, Gianluca Nicoletti e Toni Capuozzo. Caffeina 2009 segnerà invece il “debutto” per: Enrico Mentana, Marcello Sorgi, Vladmir Luxuria, Giordano Bruno Guerri e molti altri.

“Con questo progetto – ha affermato il sindaco Giulio Marini – la nostra città spalanca le porte alla cultura; un' apertura che avverrà a 360°. 'Viterbo: città di arte e cultura'. Questo non deve più essere solo uno slogan. Ma una convinzione, una volontà: quello di concretizzare questi intenti con degli interventi reali e programmatici che possano permettere, attraverso una strategia di marketing, la promozione del territorio”.

Caffeina: una scelta chiara e, soprattutto, coraggiosa. “Si tratta di un evento – ha spiegato il presidente della Provincia, Alessandro Mazzoli - che può essere sintetizzato in tre parole: curiosità, partecipazione, confronto”. Tutti gli eventi ruoteranno intorno all'essenza della parola: scritta, parlata, recitata. “Una scelta culturale importante e intelligente – ha concluso Mazzoli – e per tutto questo, e molto altro ancora, c'è stato un grande riscontro e successo. Al di là della collaborazione istituzionale, c'è la volontà e il desiderio di stare insieme per la crescita culturale di Viterbo”.

Caffeina quest'anno non prevede solamente incontri con gli autori: c'è anche spazio “Senza caffeina” per i bambini, con favole, animazioni, spettacoli. Inoltre ci sarà, nelle vie del quartiere San Pellegrino, “Wall”: una mostra-concorso fotografica nazionale dedicata ai muri, nel ventennale della caduta di quello di Berlino, con Toni Capuozzo a presiedere la giuria.

Fonte: OnTuscia.

venerdì 19 giugno 2009

Viterbo: Recital de muzică populară românească


de Iulia Maximinian
in data de 18 Iunie, 2009

Steluţa Floriştean şi grupul de tineri dansatori “Dor Călător” într-un spectacol la Roma


Cântăreaţa de muzică populară, Steluţa Floriştean, va cânta sâmbătă pentru locuitorii din localitatea Soriano nel Cimino, lângă Roma.

Talentata cântăreaţă a fost invitată să susţină , pe 20 iunie, la ora 17,30, un recital de cântece populare în piaţa centrală din Soriano nel Cimino (Viterbo). Ea va interpreta cântece populare din zona Bucovinei şi va fi însoţită de grupul de tineri dansatori “Dor călător”.

Cântecele Steluţei Floriştean s-au bucurat de mare succes la sărbătoarea oraşului desfăşurată la sfârşitul săptămânii trecute la Vetralla. Duminică seara, la Vetralla în cadrul manifestării “Flori la fereastră şi cine la tavernă”, Steluţa a cântat şapte bătute bucovinene.

Piaţa din centrul istoric al oraşului a fost animată de prezenţa a sute de români, care au cântat şi s-au prins în horă alături de grupul de dansatori adulţi “Dor Călător”.

Sursa: Adevarul

mercoledì 17 giugno 2009

Folclore romeno a Vetralla, piazza gremita allo spettacolo di domenica sera


Grande coinvolgimento della celebre solista Steluta Floristean e del Gruppo di danzatori “Dor Calator”
Si riparla della comunità romena di Vetralla, questa volta in un clima di festa e condivisione.

Domenica sera Vetralla ha ballato sui ritmi del folclore romeno fino a notte fonda.
All’interno della festa vetrallese “Fiori alla finestra e Cene in cantina” la Pro Loco ha voluto includere uno spazio per la numerosa comunità di romeni presente nella località. Al loro arrivo, il Gruppo “Dor Calator”e la celebre cantante Steluta Floristean sono stati salutati da Luca Mancini, Assessore alla Cultura del Comune di Vetralla, e da Ida Brama, presidente dell’Associazione Pro Loco di Vetralla, promotori dell’iniziativa.
Non è la prima volta che il Comune di Vetralla si dimostra attento alla comunità romena. Già l’anno scorso Massimo Marconi, Sindaco di Vetralla, nell’ambito della “Città a colori 2008” ha accolto una delegazione dall’Ambasciata e dal Consolato della Romania a Roma, insieme ai celeberrimi cantanti Gheorghe Turda e Stefania Rares, che si sono esibiti per l’occasione.
Anche quest’anno l’evento canoro e di danza del folclore romeno è stato accolto con grande plauso. L’incantevole voce della solista Steluta Floristean ha risuonato nella piazza gremita di persone, ha fatto ballare ed ha emozionato. I suoi saluti in lingua romena, i modi di dire della sua zona, la Bucovina (nel nord della Romania), hanno saputo coinvolgere tutti, giovani e meno giovani, in un’atmosfera magica di gioia e nostalgia. Il Gruppo “Dor Calator” ha movimentato con danze e coreografie l’intera serata, concludendo lo spettacolo con una grande hora (ballo tradizione romeno) insieme a tutti gli spettatori.
Una partecipazione numerosa della comunità romena della località ed altrettanto importante dalle località limitrofe. Tantissimi i bambini, che, affascinati dai costumi tradizionali romeni, provavano ad imitare i balli romeni davanti al palco allestito in Piazza della Rocca nel centro di Vetralla.
Visti il grande successo e la calorosa accoglienza, Steluta Floristean sarà nuovamente nella Tuscia nel pomeriggio di sabato prossimo, questa volta a Soriano nel Cimino e con il Gruppo “Dor Calator” dei piccoli. (CMS)
17 giugno 2009

Nasce in ambulanza e i genitori decidono di darle il nome dell'infermiere


16/06/2009

Bagnaia - Si chiamerà Andrea la piccola nata la scorsa notte da mamma e papà romeni

Bagnaia - Nasce in ambulanza e i genitori decidono di darle il nome dell'infermiere. Si chiamerà Andrea la piccola nata la scorsa notte da mamma e papà romeni.

E' accaduto a Bagnaia intorno alle 2, nel centro del paese: i neo-genitori sprovvisti di un mezzo per recarsi in ospedale, hanno chiamato l'ambulanza che è arrivata giusto in tempo per veder nasce la piccola.

"Siamo arrivati sul posto e nel giro di 10 secondi la bambina è voluta assolutamente uscire, non ci siamo neanche mossi di lì" afferma Andrea, l'infermiere che ha aiutato la piccola ad uscire dalla pancia della mamma.

"Così", continua, "dopo la nascita i genitori hanno deciso di darle proprio il mio nome, Andrea, che tutto sommato è "adattabile" ad entrambe i sessi".

Non c'era modo migliore per inaugurare la nuova ambulanza Alfa1, alla sua prima corsa in assoluto, subito "battezzata" con un fiocco rosa a bordo.

Fonte: Viterbo Oggi.

Bande Sonore


BANDE SONORE TERZA EDIZIONE

teatro musica danza film muti
VITERBO - Dal 18 giugno al 4 luglio 2009, presso la Casa dello Studente Laziodisu di S. Sisto


Dal 18 giugno al 4 luglio 2009, presso la Casa dello Studente Laziodisu di S. Sisto, si svolgerà la III edizione di “Bande Sonore”, manifestazione curata e organizzata dal Centro Universitario Teatrale CUT - La Torre di Viterbo, in collaborazione con Laziodisu Viterbo.

Le prime due edizioni della manifestazione sono state una scoperta ed una sorpresa, sia sotto il profilo artistico che organizzativo, senza dimenticare la vivissima partecipazione da parte del pubblico studentesco e non.
Complessivamente, tra l'edizione del 2007 e quella del 2008, sono andati in scena 5 concerti, 5 film muti musicati dal vivo e 5 spettacoli teatrali, con una affluenza media molto alta ad ogni manifestazione.

Per cercare di mantenere alto il livello qualitativo e partecipativo della manifestazione, la terza edizione è stata concepita intorno all'innovazione e all’apertura internazionale, non rinunciando per questo alla valorizzazione e alla contaminazione con le realtà locali, caratteristica propria delle edizioni passate. La nuova edizione è un ponte tra innovazione e tradizione.
A tal proposito si è lavorato affinché la nuova edizione potesse arricchirsi della presenza di artisti internazionali, per sottolineare ancora una volta come le barriere che purtroppo spesso nascono per dividere, non esistano nel mondo dell'arte, e che in questo si palesa un chiaro insegnamento, utile ad abbattere gli obsoleti concetti di differenza etnica, religiosa, e culturale.
Presentare gli artisti 2009 è per il CUT motivo di orgoglio, potendo vantare la partecipazione Kay McCarthy (la famosissima portavoce della musica irlandese in Italia) e di Abani Biswan, Maestro del gruppo indiano Milon Mela e allievo di Grotowski.

Anche i "generi" proposti in questa nuova avventura sono innovativi e, al contempo, tradizionali: oltre al teatro, ai concerti e ai film muti (generi che caratterizzano Bande Sonore), l'edizione 2009 vede l'ingresso della danza contemporanea, attraverso il prestigioso lavoro di Rachele Caputo e della Compagnia SAT Danza di Roma.

Bande Sonore III edizione si compone di 6 eventi: attingendo alle esperienze passate si è deciso di realizzare la manifestazione in tempi più serrati, raddoppiando gli appuntamenti settimanali. Inoltre, visto il successo ottenuto, tutti gli eventi presenti in cartellone saranno realizzati nello splendido cortile della Casa dello Studente di San Sisto.

Gli eventi sono aperti a tutti (non solo agli studenti, ma anche a tutti i cittadini giovani e non) e l’ingresso è gratuito. Tutti gli spettacoli iniziano alle 21.30 e terminano entro la mezzanotte.

Spettacoli presentati nella Terza Edizione di Bande Sonore:
- Giovedì 18 giugno: “Milon Mela” - Concerto di musicisti Baul e Fuoco diretto da Abani Biswas;

- Sabato 20 giugno: "Le Uova Fatali" - Spettacolo teatrale tratto dal romanzo di M. Bulgakov, regia Rolando Macrini;

- Giovedì 25 giugno: “Kay McCarthy” - Concerto di musica tradizionale irlandese;
- Sabato 27 giugno:
"Il cinema comico muto" - Collage di film muti musicati dal vivo da Michele Villetti e due ospiti a sorpresa;
- Giovedì 3 e Venerdì 4 luglio: "Notti lucenti" Spettacolo di danza contemporanea con musica dal vivo a cura della compagnia SAT Danza.
Per info cutlatorre@gmail.com - 0761/357087

CUT la Torre

20 giugno: giornata mondiale del rifugiato‏

Arci Solidarietà Viterbo

ORGANIZZA:

GIOVEDÌ 18 GIUGNO ORE 21
- Ore 21:00 proiezione del video-documentario autoprodotto “Maledette frontiere” con la presentazione dei progetti SPRAR di Arci Solidarietà Viterbo
- A seguire, nella rassegna “Immagini dal Sud del mondo”, proiezione del film “Cose di questo mondo”; ingresso 2 euro


SABATO 20 GIUGNO
- ore 18:00 animazione, a cura di AUCS
- ore 20:00 cena multietnica
- ore 21:30 concerto di musica africana BADARA SECK & PENC
Ingresso gratuito, cena a sottoscrizione

Durante le manifestazioni ci sarà una raccolta firme contro il razzismo promossa nell’ambito della campagna nazionale “Non Aver Paura. Apriti agli altri, apri ai diritti”.

Info: Arci Solidarietà Viterbo, via Garibaldi, 34. Tel. 0761326513;
Email: rifugiarci.vt@gmail.com
on-line: nonaverpaura.org

domenica 14 giugno 2009

Veronesi, Pontecorvo, De Biasi: il cinema italiano protagonista nella Tuscia‏


VERONESI, PONTECORVO, DE BIASI: IL CINEMA ITALIANO PROTAGONISTA NELLA TUSCIA
I tre registi tra gli ospiti dei week end conclusivi del TFF 2009

Giovanni Veronesi, Marco Pontecorvo e Volfango De Biasi. Si arricchisce il programma della sesta edizione del Tuscia Film Fest che prenderà il via il prossimo 26 giugno a Viterbo. I tre registi saranno tra gli ospiti dei tre week end del TFF che chiuderanno l’edizione 2009.
Dopo i primi venti giorni di programmazione alla Rocca Albornoz di Viterbo, infatti, la manifestazione si sposterà in alcuni dei luoghi più suggestivi della Tuscia.

Giovanni Veronesi sarà alla Rocca Borgiana di Nepi il giovedì 23 luglio per presentare la sua ultima opera Italians, interpretata da Carlo Verdone, Sergio Castellitto e Riccardo Scamarcio; Marco Pontecorvo incontrerà il pubblico del Museo del Vino di Castiglione in Teverina sabato 1° agosto proponendo Pa-ra-da, il film che ha segnato il suo esordio alla regia; Volfango De Biasi e il suo Iago con Nicolas Vaporidis e Laura Chiatti, infine, saranno protagonisti venerdì 17 luglio a Civita di Bagnoregio, sede ormai abituale del TFF dove avranno anche luogo le premiazioni della sezione cortometraggi.

«La nostra scelta - dicono gli organizzatori - di promuovere il cinema italiano e al contempo valorizzare la provincia di Viterbo e le sue peculiarità, doveva passare necessariamente dal coinvolgimento sempre maggiore dei centri della Tuscia. In questo contesto un ringraziamento va alle amministrazioni e le realtà culturali locali che hanno sposato da subito il nostro progetto. Siamo felici di aver rinnovato, inoltre, il rapporto di collaborazione con l’Enoteca Provinciale della Tuscia che consentirà anche quest’anno al pubblico del TFF di scoprire i vini della provincia di Viterbo».

Il Tuscia Film Fest sarà presentato giovedì 18 giugno alle ore 11.30 a Viterbo, presso la sala assemblee della Fondazione Carivit (Via Cavour 67). Nel corso dell’incontro Italo Moscati, direttore artistico della manifestazione, illustrerà il programma completo e le iniziative collaterali dell’edizione 2009 che avrà luogo dal 26 giugno al 1° agosto.

Per news, anticipazioni, schede degli ospiti e tutte le altre informazioni sul TFF: www.viterbocinema.com.

Giovanni Veronesi sul set di Italians (foto: filmauro-tulliodepaola).

Tuscia Film Fest Viterbo Cinema

Moto contro auto: grave 57enne


14/06/2009
Nelle foto: il luogo dell'incidente

Marco D'Angelo

(OnTuscia) - CIVITA CASTELLANA - Grave incidente stradale intorno alle 17,30 di venerdì sulla variante Nepesina, al chilometro 17,700. Una Toyota Yaris condotta da una rumena di circa 30 anni, mentre procedeva verso l'Autosole, per cause in corso di accertamento da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Civita Castellana, si è scontrata frontalmente con una moto Honda 400 condotta da G.L., 57enne di Vignanello. Nell'impatto, violentissimo, il centauro è stato sbalzato a terra, a diversi metri di distanza.

Sul posto, oltre ai militari dell'arma, si sono precipitati i sanitari del 118 e i Vigili del Fuoco del distaccamento di Civita Castellana. Appena prestati i primi soccorsi, constatata la gravità delle lesioni riportate dal centauro, il personale medico ha richiesto l'intervento dell'eliambulanza Pegaso 33. L'uomo è stato quindi trasferito al Policlinico Gemelli di Roma, dove è ricoverato in gravi condizioni.
Fonte: OnTuscia.

Rapporto Polizia locale: a Viterbo più veicoli che persone


13/06/2009
di Gianluca Delle Monache

(OnTuscia) – VITERBO – Nel capoluogo viterbese circola un maggior numero di veicoli (60.706) rispetto al numero degli abitanti (60.459), fenomeno verosimilmente dovuto alla presenza di molte società di leasing e di autonoleggio che preferiscono iscrivere i propri veicoli in province nelle quali la pressione fiscale è sensibilmente inferiore.

È il dato che emerge dal rapporto annuale sulla Polizia Locale stilato dalla fondazione Filippo Caracciolo in collaborazione con l’Automobile Club Italia. Come in passato, si è scelto di verificare lo stato di salute della Polizia Locale avvalendosi di un questionario inviato a tutti i capoluoghi di provincia italiani. Si è così riusciti a coinvolgere un cospicuo campione della popolazione italiana e del parco auto circolante.

Altro dato che risulta dal rapporto in questione è quello relativo al numero degli operatori di polizia locale, in relazione alla popolazione e al parco circolante: 10,59 operatori ogni 10.000 abitanti e 10,54 ogni 10.000 veicoli. E' stato anche calcolato il numero di operatori della polizia locale impiegati in attività sanzionatoria degli illeciti stradali in relazione al numero di operatori di polizia locale: ogni 100 operatori, 60,94 sono impiegati in attività sanzionatorie.

Nell’introdurre i dati relativi al parco veicolare in dotazione ai comandi di polizia locale di tutta Italia vale la pena premettere come il rapporto tra le risorse umane del comando e il numero di veicoli di cui è munito il personale è verosimilmente condizionato da tre fattori: le caratteristiche del territorio di competenza; il modello organizzativo adottato dal comando; le modalità d’impiego del personale e l’uso di veicoli a due ruote.

A tal proposito, a Viterbo risultano 1,78 operatori ogni veicolo impiegato, mentre ogni 100.000 abitanti vengono impiegati 59,54 veicoli.

Nel rapporto annuale emerge anche il dato relativo ai misuratori della velocità. Il dato relativo al rapporto tra il numero di agenti e il numero di misuratori di velocità in dotazione ha il pregio, se valutato con riferimento ai misuratori mobili, di esprimere la misura attraverso cui i corpi della Polizia Municipale dei vari capoluoghi impegnano una o due pattuglie per una finalità che è salvifica ai fini della sicurezza stradale. Riguardo a questo tema, risultano 32 agenti per ogni misuratore di velocità, mentre i misuratori di velocità ogni 100.000 veicoli sono 3,29.

In conclusione, fra le tante informazioni presenti, una che merita di essere citata è quella riguardante gli etilometri. Prima però va fatta una premessa: la rilevazione interessa unicamente gli etilometri omologati e non anche i c.d. precursori. Gli etilometri ogni 1000 operatori di Polizia Locale sono 15,63, mentre gli etilometri ogni 100.000 veicoli sono 1,65.

Fonte: OnTuscia.

Madre e figlia scomparse nel viterbese


Il convivente: «Non so niente»

ROMA (13 giugno) - Nessuna novità Tatiana Ceboan, la donna moldava di 36 anni, scomparsa insieme alla figlia Elena, 14 anni, da quasi due settimane a Gradoli, in provincia di Viterbo. Oggi lo sfogo del convivente ai microfoni del tg2.

«Sto male - ha detto Paolo Esposito - Qui ti guardano tutti male, anche se non so niente. È ora di farla finita, basta. Io ho una figlia piccola, adesso devo stare con lei e non devo pensare ad altro». A denunciare la scomparsa è stato proprio Esposito i primi di giugno. La sua casa è stata posta sotto sequestro e gli è stato notificato un avviso di garanzia come persona informata sui fatti. La procura di Viterbo indaga per sequestro di persona

Cellulari spenti. Con Esposito è rimasta, Erica, cinque anni e mezzo, figlia dell'uomo e di Tatiana. Elena, 14 anni, è infatti frutto di un matrimonio precedente della donna. Esposito ha provato ripetutamente a contattare la convivente sui telefoni cellulari, «ma non ha mai risposto o erano spenti».

Anche i vicini di casa sono increduli della scomparsa. «Tatiana non avrebbe mai lasciato sola Erica», ha detto una vicina di casa.

Fonte: Il Messaggero.